Il recupero di un credito verso un fornitore estero spesso comporta una serie di complicazioni procedurali che, nella migliore delle ipotesi, fanno lievitare i costi e scoraggiano il creditore italiano.

Detto che è sempre bene, ove possibile, dotarsi di strumenti che consentano di prevenire il contenzioso o di spostare i rischi di insoluto su terzi (attraverso, ad esempio, lettere di credito o altre forme di garanzia, se non addirittura pagamenti anticipati o versamento di acconti consistenti rispetto all’importo totale dell’affare) va però detto che non sempre un insoluto estero va dato per perso a priori.

Il discorso è ampio e dipende dallo Stato in cui si trova il debitore. In questo articolo spiego brevemente l’iter per il recupero di un credito in Svizzera, geograficamente molto vicina ma giuridicamente lontana vista la sua non appartenenza all’Unione Europea.

La materia è disciplinata dalla Convenzione di Lugano del 30.10.2007 (riguardante la competenza giurisdizionale, il riconoscimento e l’esecuzione delle decisioni in materia civile e commerciale nei rapporto UE/Svizzera).

Il creditore in possesso di un titolo esecutivo ottenuto in Italia (ad esempio un decreto ingiuntivo o una sentenza) può promuovere l’azione esecutiva in Svizzera. Sarà sufficiente munirsi dell’exequatur, ossia della dichiarazione di esecutività in Svizzera del titolo esecutivo italiano, presentando una istanza al competente Tribunale svizzero (la Pretura distrettuale) a cui si dovrà allegare una copia autentica del provvedimento e un attestato, rilasciato dal giudice che ha emesso il provvedimento italiano, che certifichi che il provvedimento stesso è esecutivo in Italia.

La procedura di exequatur è molto rapida dal momento che il giudice competente dovrà limitarsi a verificare che siano rispettati tutti i requisiti formali di riconoscibilità previsti dalla Convenzione di Lugano, senza entrare nel merito della decisione.

Ottenuto l’exequatur il titolo esecutivo italiano viene parificato a tutti gli effetti ad una decisione giudiziaria interna svizzera e sarà possibile procedere in via esecutiva secondo la legge federale sull’esecuzione e sul fallimento (LEF).

Menu

Iscriviti alla newsletter!

Ho letto e capito l'informativa privacy

Iscriviti alla newsletter!

Ho letto e capito l'informativa privacy